Le 5 domande che non ti aspetti da un dietologo

Onestamente, molte persone non hanno idea di cosa aspettarsi la prima volta che incontrano un nutrizionista.

Ho scoperto che la maggior parte dei clienti incontra nervosamente un nutrizionista come lo è con qualsiasi operatore sanitario. Pensano di essere giudicati o di non aver soddisfatto i loro bisogni.

I nutrizionisti, di professione, sono individui incredibilmente comprensivi, competenti, disponibili e intraprendenti.

Lavori sodo per guadagnare i tuoi soldi, quindi se trovi che i tuoi nutrizionisti sono una B totale, recupera i tuoi soldi e trova qualcuno migliore.

Indipendentemente da ciò che prevedi di discutere durante gli appuntamenti, ci sono cinque cose che inevitabilmente ti verranno in mente, e alcune potrebbero sorprenderti.

(Ringrazio il Nutrizionista Enrico Veronese per la cordiale collaborazione nelle domande)

1. Il tuo sonno

Nessuno dice agli studenti di nutrizione del college che gran parte del loro tempo e dei loro sforzi circoleranno sulla discussione del sonno con i clienti. Quindi, questo ha persino colto di sorpresa il tuo nutrizionista.

Il sonno è importante, ovviamente, ma non viene sempre in mente quando pensi all’alimentazione.

Dopo molta esperienza, una delle prime cose che chiedo ai clienti è “come va il tuo sonno?”. Discutere sul sonno fa luce su quali squilibri nutrizionali potrebbero verificarsi, oltre a quali fattori dello stile di vita possono influenzare le decisioni alimentari e il peso.

La difficoltà ad addormentarsi e ad addormentarsi potrebbe indicare una carenza di vitamina D, rame e / o magnesio. Potrebbe anche indicare problemi di stress che devono essere affrontati da altri operatori sanitari.

Se sei privato del sonno, influisce sulle decisioni che prendi nelle scelte dietetiche, sulla tua salute e, inevitabilmente, sul tuo girovita. La privazione del sonno provoca squilibri ormonali.

L’ormone che aumenta l’appetito, che dice a una persona di mangiare, mangiare e mangiare ancora un po ‘, aumenterà nella produzione; allo stesso tempo, l’ormone che dice a una persona che è piena diminuirà nella produzione.

Come se questo infradito ormonale non fosse abbastanza per far ingrassare una persona, c’è anche un aumento del cortisolo, il capofila di tutti gli ormoni dello stress.

Con un aumento del cortisolo, la regolazione ormonale nel corpo impazzisce, sorgono numerosi problemi di salute e scatenano una cascata di problemi.

Affrontando i problemi del sonno, puoi iniziare a soddisfare le tue esigenze nutrizionali e il tuo girovita.

2. La tua energia

Se ti svegli cronicamente a un allarme che ti senti lento e indolente, il tuo nutrizionista deve sapere.

Se hai grandi limiti di energia per prima cosa al mattino o nel tardo pomeriggio, ma in nessun altro momento della giornata, di nuovo, il tuo nutrizionista deve sapere.

Legato al sonno, questo darà al tuo nutrizionista un’idea di come le tue esigenze caloriche e l’assunzione si accumulino contro la tua giornata.

Inoltre, discutere dei tuoi livelli di energia – come sono durante il giorno e come sono situazionalmente – consentirà al tuo nutrizionista di consigliare altri operatori sanitari che potrebbero essere necessari per aiutarti nel tuo percorso verso il benessere generale.

È interessante notare che discutere dei livelli di energia con il proprio nutrizionista può aiutare a individuare le sensibilità alimentari, poiché uno dei principali segni di intolleranza alimentare è sentirsi pigri dopo il consumo.

Mentre discutere dei livelli di energia con un nutrizionista non può essere previsto, ti aiuterà sicuramente a valutare la vita in modo diverso.

3. Il tuo programma

Prima di immergerti nel cibo, il tuo nutrizionista dovrà conoscere l’essenza generale delle tue attività quotidiane.

Il motivo alla base di ciò è che il tuo nutrizionista dovrà aiutarti ad adattare una dieta sana alle esigenze del tuo programma e stile di vita esistenti.

Un piano nutrizionale di qualità dovrebbe essere realistico, economico e fattibile. Conoscere il tuo programma di lavoro e le tue altre attività consentirà al tuo nutrizionista di scegliere cibi e pasti che soddisfino le tue esigenze sia dal punto di vista nutrizionale sia in termini di tempo.

Assicurati di portare il tuo planner con te al tuo appuntamento; tuttavia, tieni presente che hai assunto un nutrizionista per aiutarti ad adottare uno stile di vita sano.

Ciò significa che il tuo nutrizionista potrebbe non solo apportare modifiche alla tua dieta esistente, ma anche suggerire cambiamenti nel tuo programma per aiutarti ad avere più successo nel migliorare il tuo benessere generale.

4. Le tue finanze

I fatti sono fatti. Quando adotti un nuovo stile di vita, il tuo budget deve essere preso in considerazione. Conoscere le basi dei tuoi dati finanziari consentirà al tuo nutrizionista di aiutarti a trovare soluzioni nutrizionali convenienti e fattibili che funzionano.

Conoscere i tuoi bisogni e obiettivi di salute, il tuo programma e le tue finanze aiuterà il tuo nutrizionista a creare un piano prioritario che funzioni davvero per te.

Definire le priorità significa capire quali bisogni e obiettivi devono essere raggiunti per primi, che possono essere raggiunti nei prossimi mesi e che possono essere accantonati per dopo.

Nel complesso, conoscere i tuoi profitti ti aiuterà a metterli in linea. Fornendo al tuo nutrizionista il 411 sulle tue statistiche finanziarie, creerai un piano orientato al successo e non è solo un onere aggiuntivo nella tua vita.

5. La tua cacca

Se lavori nel settore sanitario, sai che succede la cacca. Se sei umano, sai che succede la cacca. Gli operatori sanitari discutono di più sulla cacca necessariamente rispetto ai ragazzi di 5 anni, e non sempre con più classe e maturità.

La tua cacca dice molto sulla tua salute e sulla tua vita in generale. La salute generale di una persona è direttamente collegata alla salute del suo colon e ai suoi eventi.

La diarrea cronica e la costipazione devono essere affrontate, in quanto entrambi possono avere effetti dannosi sul tuo corpo ed entrambi parlano di volumi sulla tua salute generale.

Se hai costantemente feci molli e acquose, stai perdendo elettroliti e altri nutrienti a velocità furiose. Potrebbe indicare un’infezione, sensibilità alimentare o una miriade di altre condizioni sottostanti.

Anche la costipazione cronica non è nulla da guardare. Questo è terribile per la salute del tratto intestinale, la salute generale e persino l’umore.

Le tossine che devono essere estratte dalle feci le stanno prendendo a calci per ore extra e persino giorni nel tuo corpo. Questo dà loro la possibilità di rientrare nel flusso sanguigno e farti ammalare.

Inoltre, la digestione compromessa influenza il tuo benessere mentale.

È incredibilmente difficile essere FELICE quando la tua parte posteriore esplode, stai trattenendo il gas o stai soffrendo i dolori delle feci a torre lenta. Se non ti senti bene, è quasi impossibile essere di buon umore. C’è una ragione per questo.

La serotonina è il neurotrasmettitore (composti che i nostri nervi usano per controllare i nostri corpi) che crea felicità. Quando il cibo si trova nell’intestino, influisce negativamente sulla produzione di serotonina. Tutto ciò che è elegante parlare quando ti senti male allo stomaco, sei di cattivo umore.

La digestione compromessa a lungo termine può portare a depressione, ansia e altri problemi di salute mentale. Potresti essere sorpreso di sapere che la digestione compromessa è uno dei motivi principali per cui le persone cercano nutrizionisti. Inutile dire che la cacca è importante.

Come per tutte le cose della vita, la parte più difficile si sta rivelando. Non lasciare che ciò ti impedisca di fissare l’appuntamento, comunque.

Presentati pronto per avere una discussione onesta sulla tua salute e il tuo benessere generale, e sappi che è meglio fornire al tuo nutrizionista troppe informazioni piuttosto che non sufficienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *