Come pulire una piastra GHD

Perché mantenere pulita la tua GHD?

La pulizia della piastra per capelli GHD è essenziale per la sua longevità. Non solo mantiene il tuo parrucchiere in bella forma, ma può anche prolungare la vita della piastra per capelli.

Un accumulo grasso da prodotti per capelli è una vera seccatura e sembra sporca. Di seguito abbiamo elencato alcuni semplici suggerimenti per aiutarti a mantenerti al top della forma. Avendoti pulito, ti assicurerai di scivolare lungo l’asta dei capelli con un movimento fluido. Ricorda che la maggior parte dei prodotti per capelli professionali sono effettivamente solubili in acqua e devono essere rimossi facilmente. Alcuni dei marchi più economici hanno materie plastiche e siliconi negli ingredienti e questi lasceranno un aumento accumulato sui piatti del vostro raddrizzatore.

Questi suggerimenti sono per ogni tipo di piastra per GHD. Non importa se hai e mk4, mk5, ghd gold. o eclipsestraightener.

I 5 consigli per pulire il tuo ghd.
Ecco cinque opzioni per aiutarti a pulire il tuo raddrizzatore GHD in un nuovo look senza spendere di più. Ma, prima di applicare le seguenti soluzioni, accendi un po ‘la piastra GHD per riscaldarla; quindi, assicurarsi sempre che sia scollegato durante l’esecuzione delle procedure di pulizia. (fai attenzione a non bruciarti le dita)

1. Acqua – Bagnare un panno con acqua fredda e pulita, quindi strizzarlo fino a farlo asciugare all’umidità e strofinare delicatamente il panno sulle superfici dei piatti. Una salvietta per il viso è anche una buona alternativa per un panno umido.
2. Alcool – Invece di acqua, si potrebbe anche bagnare un panno con gocce di alcol denaturato. Basta non raschiare la piastra per la GHD perché i raschiatura causano difetti e rovinano le piastre.
3. Acetone: una soluzione forte che è altamente raccomandata per rimuovere l’accumulo di sporco pesante; lasciare che l’acetone / solvente per unghie assorbisse l’intera sporcizia per mezz’ora prima di strofinare con un panno.
4. Succo di limone: immergere un pezzo di stoffa con succo di limone puro, quindi posizionare il panno su tutte le piastre per venti minuti per assicurarsi che la sostanza assorbente assorba la soluzione. Strofina delicatamente le piastre con una spazzola per unghie.
5. Bicarbonato di sodio: mescolare una pasta sottile mescolando l’acqua con il bicarbonato di sodio. Applicare la soluzione con un batuffolo di cotone e strofinare sui piatti.

Con le giuste soluzioni e le giuste procedure di pulizia, sarete sicuramente sorpresi di quanto siano buoni i risultati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *